Il mondo cambia... e tu?

Aggiornamento: 30 ago 2019

Non più tardi del 2000, le prime 15 compagnie a livello mondiale erano, nell'ordine, Coca Cola, Microsoft, IBM, Intel, Nokia, General Electrics, Ford, Disney, MacDonald's, AT&T, Marlboro, Mercedes-Benz, HP, Cisco e Toyota.


18 anni dopo troviamo invece Apple, Google, Amazon, Microsoft, Coca Cola, Samsung, Toyota, Mercedes-Benz, Facebook, MacDonald's, Intel, IBM, BMW, Disney e Cisco.


Molti di noi in questi 18 anni hanno cambiato più volte lavoro, messo su famiglia, comprato o costruito una casa, cambiato diverse volte smartphone, computer, stile di vita, ecc., ma continuiamo ad avere un approccio agli investimenti spesso tramandato dai nostri genitori, nati in un mondo completamente diverso dall'attuale.


Ci siamo abituati a consultare siti su siti passando agevolmente dallo smartphone al tablet al computer per scegliere un'auto, un abito, un accessorio per la casa o in generale un qualsiasi oggetto o servizio e poi, nel momento in cui finalmente decidiamo di occuparci del nostro futuro finanziario, ci catapultiamo immediatamente nel 1960, dove dobbiamo per forza recarci fisicamente nell'agenzia che ci hanno assegnato, per parlare con qualcuno che non conosciamo, in orari rigorosamente d'ufficio, e sentirci proporre investimenti a finestra con tunnel incorporato, con rendimento incerto e costi però certi (molte volte non proprio così immediati da scovare)...


Il risultato è che avremo sempre risultati deludenti perché nessuno ha avuto il tempo di conoscerci veramente, sapere quali sono le nostre fragilità e le nostre ambizioni, i nostri obiettivi di vita, ecc. ecc., e questo mentre il mondo va avanti con la consulenza evoluta focalizzata sui diversi aspetti della nostra vita personale.


Ha ancora senso continuare come sempre oppure è arrivato il momento di essere affiancati da un professionista? Pensateci e, se siete curiosi di cosa potremmo fare unendo le nostre forze, contattatemi.





23 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti